Browse By

Category Archives: filosofia/post-verità

Guida filosofica alla disoccupazione tecnologica (2)

Proseguo qui le obiezioni a chi non crede nella crescita delle capacità di algoritmi e robot, trovate qui la prima parte. Terza obiezione: le macchine non hanno buon senso Un’obiezione di natura cognitiva assai comune riguarda l’argomento del “buon senso”: gli algoritmi non sono in grado di

Sei indicatori di fuffa facili facili

La mia battaglia contro il complottismo ha una funzione in primo luogo politica: credere nell’antiscienza e contrastare la razionalità non consente di costruire sistemi di pensiero alternativi, necessari per riformare la società in cui viviamo. Sono convinto che abboccare a qualche diceria sia un favore ai potenti

In guerra con l’irrazionale

Nel giro di pochi giorni l’irrazionale ha preso il controllo. Con buona pace di Hegel, per cui il razionale coincideva con il reale, il trionfo 5 Stelle, a Torino e Roma domenica, e la Brexit giovedì, ci hanno schiaffato in faccia una verità che spaventa.

La distruzione della ragione

Anche se ci siamo per lo più abituati all’idea che non esista una Verità sul mondo, ognuno ha poi il suo modo di descrivere questa consapevolezza. A me piace un approccio alla conoscenza di base realista: credo che esistano modi migliori per interrogare e descrivere

Vantaggi e svantaggi dell’uomo qualunque in Parlamento

Uno dei più grandi meriti riconosciuti al M5S è di aver portato in Parlamento persone nuove alla politica. Le ragioni a sostegno sono diverse: la mancanza di esperienza politica conserva un approccio disinteressato alle questioni, non ci sono precedenti legami con lobby e potenti di

L’età della stupidità

[Una premessa è doverosa: nel parlare di “stupidità” non faccio riferimento a scarse capacità cognitive (essere intelligente è un caso, non un merito). Parlo di persone che vivono una sorta di cecità, che sono intrise di conformismo, prive di grandi interessi e consapevolezza di sé

Ridefinire l’élite per salvare la democrazia

Non c’erano dubbi sul fatto che il Movimento 5 Stelle non sarebbe stato in grado di governare una città complessa come Roma. Un editoriale della Stampa, comparso sul finire del 2016 a firma di Giovanni Orsina, spiegava i suoi insuccessi nell’incapacità di costruire una propria classe dirigente. Ho trovato

Faq sulla riforma costituzionale

Dopo questo mio articolo ho ricevuto diversi commenti sulla mia pagina Facebook. Ho provato a raccogliere i più interessanti e a discuterli qui.   Che c’entra il bicameralismo paritario con la scarsa durata dei governi? Se la fiducia viene votata da entrambe le camere il problema si

La costituzione non ci salverà dal prossimo pazzo

Dopo uno scontro acceso con un sostenitore del NO ho finalmente capito il loro punto di vista – laddove sincero e non motivato da un odio acceso verso l’attuale Presidente del Consiglio. Insiste lui, con tanti altri, che il ruolo della Costituzione sia difenderci dalla presa

Vantaggi e svantaggi dell’uomo qualunque in politica

[ripubblico quasi integralmente un pezzo oserei dire profetico che scrissi 3 anni fa; alla luce dei legami tra M5S e Russia e del caso Marra, torna utile, a mio avviso, rileggerlo. Si è salvato grazie al sito Grillologia, risorsa dedicata unicamente a articoli e studi sul Movimento 5 Stelle]