Browse By

Category Archives: partito democratico

PD, la pazienza è finita

pubblicato il 2010-09-15 Non sono un fine analista, mi manca la cultura politica, ma vorrei con questo articolo esprimere il punto di vista di un elettore del PD particolarmente esigente. Vorrei riassumere i tanti discorsi che ho sentito, dare una risposta all’insoddisfazione dell’elettorato di sinistra.

Rottamare le primarie?

pubblicato il 2010-11-16 Alla fine Giuliano Pisapia ha vinto le primarie del centro-sinistra milanese per scegliere lo sfidante di Letizia Moratti, con un discreto margine su Stefano Boeri. Il calo dei votanti è stato notevole, rispetto alle precedenti primarie ci sono 14.000 persone in meno.

Moriremo liberali?

pubblicato il 2011-12-20 Sorpresa, gli italiani si scoprono tutti liberali. Vogliono le liberalizzazioni dei farmaci, dei trasporti pubblici, la fine di ordini e corporazioni. E ci rimangono male quando vedono che il Governo tecnico non ce la fa. In questi giorni in tanti a Milano

Renzi e la crisi d’identità della sinistra

pubblicato il 2012-11-19 Mercoledì pubblicheremo le candidature più importanti per il nostro lavoro, quelle della classifica dei 100 pensatori globali. Ma questa, in Italia, e’ anche la settimana delle primarie del centrosinistra. Ne abbiamo parlato la scorsa settimana con un originale contributo sul fact-checking, ne

Il PD alla ricerca dell’anima

Rispondo all’articolo di Umberto Marengo, di cui condivido spirito e proposte ma, come già scritto nei commenti, condivido meno il focus: preferisco parlare di contenuti, e non solo di metodo. Proverò a descrivere quali sono le visioni della politica che al momento si scontrano nel

Poletti e i giovani: meglio darsi al calcio

Il Ministro Poletti con la sua uscita infelice si aggiunge a una torma di politici che ha usato il calcio come riferimento o come luogo di metafore politiche, dalla celebre “discesa in campo” di Silvio Berlusconi, a espressioni come: “la partita rimane aperta”, “è stato

Ha vinto Renzi e per noi non cambierà nulla

E’ la terza volta che riscrivo da capo questo articolo. Sofferto, molto, perché sono stato un forte sostenitore di Matteo Renzi e iscritto al PD fino al 2016. Non ha senso, dato lo spazio, valutare l’azione di Governo: cose buone e meno buone. Cerco di

Renzi vs Zagrebelsky: vizi riformisti e comuniste virtù

Dopo un giovedì sera di bagordi e ubriachezza, mi son regalato un venerdì sera piuttosto sfigato: ho visto il derby Renzi-Zagrebelsky. A tratti pure spumeggiante, il confronto mi è parso abbondantemente vinto dal Presidente del Consiglio, sicuramente più preparato a stare in televisione, visto che

In attesa di tradire una generazione che ha votato NO

In questi giorni c’è allegria e gaiezza nel fronte del NO dopo un trionfo che, probabilmente, nessuno si aspettava di queste proporzioni. Ci sono giornalisti che sorridono e si tolgono sassolini dalle scarpe, ci sono saggi che ci spiegano gli innumerevoli errori commessi e analisti

Perché non abbiamo bisogno della legge Fiano

Essere antifascista è nel dna di ogni liberale, dato che difendiamo la libertà di opinione, di proprietà, di impresa, di autorealizzazione, condizioni essenziali perché la democrazia rimanga salda. Mi sento pertanto chiamato in causa dall’ultima polemica che pare dividere l’Italia dei social: la proposta di